ROMA DEBITI SU DEBITI! «ALTRO CHE SALVA ROMA DEVE FALLIRE»


SAPETE A QUANTO AMMONTA IL DEBITO DI ROMA? No? Ve lo diciamo noi. Secondo Massimo Varazzani, commissario straordinario per la gestione del debito pregresso, il debito storico del Campidoglio – oggetto infatti di una gestione commissariale del Governo – ammonta attualmente a «un totale di 14,9 miliardi di euro». Si avete capito bene, quasi 15 miliardi di euro. E nel luglio del 2010 il debito è arrivato a toccare la cifra di 22,4 miliardi.

COME SI È FORMATO IL DEBITO. Immaginate soltanto che il comune deve ancora  pagare, a detta del sindaco Marino, gli espropri dei terreni per le Olimpiadi di Roma del 1960. E ancora 25 mila dipendenti da stipendiare a cui vanno aggiunti più di 31 mila nelle società «municipalizzate». In queste ultime spiccano Ama (rifiuti) e Atac (trasporti), fonte di perdite continue. «Ad esempio l’Atac ha un numero di dipendenti pari a quello dell’Alitalia e in un decennio ha accumulato perdite per 1,6 miliardi (scrive La Stampa)». Ma non solo anche «le farmacie comunali – 44 in tutto-  sono in perdita e hanno accumulato debiti per 10 milioni di euro (sempre La Stampa)»

NUOVO DL SALVA ROMA. Bene oggi si pensa ancora di salvare Roma dai suoi debiti, ma in economia un’azienda che è sempre in perdita e accumula debiti su debiti non deve fallire?

(Fonte dati: La Stampa “Un disavanzo strutturale da 100 milioni al mese e debiti vecchi di 50 anni“)

              di Manuel Vescovi
  (Segretario Nazionale Lega Nord Toscana)