Ragazza molestata sul bus : “Armiamo gli autisti”


È una provocazione forte quella della Lega Nord Carrara dopo il grave fatto avvenuto pochi giorni fa ad Avenza, dove una ragazzina sarebbe stata molestata da un extracomunitario risultato poi positivo all’alcol test dopo essere stato identificato e fermato dalle forze dell’ordine. “Sta diventando una situazione insostenibile” spiega in una nota il segretario del Carroccio Nicola Iacopetti “la completa assenza di controlli garantisce ai malintenzionati libertà d’azione e spesso, come in questo caso, il provvidenziale intervento di altri cittadini ha scongiurato il peggio. Soprattutto sui mezzi pubblici si verificano sempre più spesso episodi di aggressioni e molestie. E così, se in natura vale il terzo principio della dinamica che dice che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, consegnare ad ogni autista e controllore un teaser per bloccare eventuali minacce a loro e ai passeggeri, ci sembra una soluzione drastica ma necessaria. Non possiamo certo aspettarci un agente su ogni autobus, ma almeno il diritto di viaggiare in sicurezza, quello si.” Anche Sara Gerbi, esponente carrarese della Lega, chiede  che vi siano maggiori controlli: “Zone come la Stazione di Avenza o Piazza Farini sono diventate terra di nessuno, e non soltanto la sera, ma a tutte le ore del giorno. Il problema più grande è che adesso dobbiamo aver paura perfino a reagire ad eventuali aggressioni, rischiando di finire noi a processo, invece che chi ci minaccia. Sembra di vivere in un mondo al contrario.”