Aiuto agli italiani in difficoltà
Condividi

Quando le cronache giornalistiche – afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega – riportano la storia di un ultrasettantenne che, da anni, ha come dimora un vecchio e malandato camper ed ha rischiato di morire per un incendio scoppiato all’interno “dell’abitazione” di fortuna, non si può che rimanere allibiti di come, troppe volte, chi di dovere sia talmente distante dai problemi dei cittadini da non intervenire tempestivamente per sanare inaccettabili situazioni di disagio come questa.

Il fatto, poi – precisa l’esponente leghista – che lo sfortunato protagonista di questa vicenda risulti residente a Stazzema e non a Seravezza (dov’è ubicato il camper), poco cambia in una vicenda molto triste.

Un plauso all’associazione che gli offre quotidiano supporto-sottolinea Montemagni-ma non altrettanto possiamo fare nei confronti di istituzioni locali ed Asl competente che, nonostante la precaria palese condizione dell’uomo, non hanno, fin qui, aiutato concretamente l’anziano.

Vuoi vedere – conclude amaramente Elisa Montemagni – che un articolo di giornale avrà, come spesso accade, il merito di smuovere le acque? Brava la giornalista, ma chi ha il compito di preservare la vita dei cittadini, non dovrebbe aspettare di essere pungolato mediaticamente per muoversi…

Tra l’altro – segnala Francesco Speroni della Lega di Seravezza – i media c’informano, in contemporanea, che alla locale Misericordia si organizzano corsi d’inclusione sociale per migranti; imbarazzante che il Comune trovi subito dei soldi per finanziare la predetta attività ed invece sollevi questioni burocratiche per il Signor Vincenzo che viene rimpallato tra due comuni, appunto Seravezza e Stazzema, guarda caso entrambi a guida Pd.


Condividi