Condividi

«Per l’anno scolastico 2018/2019 le scuole della Versilia non potranno godere del contributo regionale per i progetti educativi per un totale di oltre 200mila euro tra infanzia (30mila) e primarie (178mila) persi» denunciano Elisa Montemagni, Capogruppo in consiglio regionale della Lega, e Andrea Recaldin, commissario provinciale di Lucca. «La Versilia è infatti l’unica area in tutta la Toscana a non aver presentato il Progetto PEZ e aver perso in modo irrimediabile questi fondi, e questo nonostante i ripetuti solleciti da parte della Regione – racconta Montemagni – si parla di fondi dedicati a progettualità fondamentali come, per esempio, sostegno alla disabilità, formazione, contrasto alla dispersione scolastica, supporto alla genitorialità, laboratori e molto altro. Per quest’anno le scuole dovranno attingere a risorse proprie, oppure tagliare, e questo è francamente inaccettabile». «Di chi è la responsabilità di questo pasticcio? Della Conferenza Educativa Zonale, ente di cui fanno parte tutti i Comuni della Versilia tramite Sindaci o Assessori all’Istruzione, con sede presso il Comune di Stazzema e struttura di supporto tecnico-organizzativa presso Comune di Viareggio – spiegano Montemagni e Recaldin – e proprio qui sembrano ritrovarsi le responsabilità del caso».«Chiederemo chiarimenti urgenti in merito alla questione al Sindaco Del Ghingaro, all’Assessore Mei e al consigliere delegato all’educazione Ricci, li devono a insegnanti, cittadini e genitori dei tanti alunni della Versilia – affermano i consiglieri comunali della Lega, Massimiliano Baldini, Maria Domenica Pacchini, Alessandro Santini e Alfredo Trinchese – quanto accaduto è grave e non deve assolutamente ripetersi, e chi ha peccato di superficialità dovrà prendersi le responsabilità politiche del caso».


Condividi