Condividi

Molto spesso-affermano Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale ed Andrea Recaldin, Commissario provinciale della Lega-scorrendo le cronache giornalistiche locali, si resta davvero sbalorditi di quali e quanti disagi debbano sopportare, ad esempio, gli studenti che da Viareggio si recano, ogni giorno, a scuola a Lucca.

Autobus stracolmi e ragazzi stipati come sardine-proseguono gli esponenti leghisti-è la triste ed inaccettabile fotografia quotidiana che evidenzia come il servizio pubblico offerto dalla Ctt Nord sia totalmente inadeguato.

La mattina-precisano Montemagni e Recaldin-è una vera e propria corsa sfrenata a caccia di un agognato posto a sedere su mezzi che spesso e volentieri non si fermano neanche alle fermate, poiché già al limite della capienza.

Ma, a fronte di questa criticità-sottolineano i rappresentanti del Carroccio-si pagano fior di abbonamenti che spesso sono un vero e proprio salasso per le famiglie.

Tutto ciò-insistono seccamente Montemagni e Recaldin-è dovuto alla palese inerzia di chi amministra questa Regione, lontano anni luce dai problemi reali dei cittadini toscani.

Al contrario di noi-concludono Elisa Montemagni ed Andrea Recaldin-che, nei prossimi giorni, proveremo a prendere, magari da Massarosa,uno degli autobus incriminati per verificare direttamente come, quasi agli albori del 2019, sia spesso impossibile raggiungere una scuola o un posto di lavoro, utilizzando dei mezzi che assomigliano sempre più a dei carri bestiame.


Condividi