Il settore turistico per l’Euroregione del Nord: dalla scuola al mondo del lavoro


Il turismo in questi ultimi anni è diventato non solo un’ industria di settore, da sempre essenziale per la nostra economia ma è cresciuto molto anche grazie ad una fitta rete di eventi organizzati sui territori locali, regionali ed internazionali, assumendo sempre più una funzione chiave, dinamica, creativa della vita quotidiana, dell’immaginario, dei desideri personali e collettivi. Il turismo incarna le dimensioni post-industriali di una società trasversale e decentrata in cui tempo libero, i beni storico-artistici e i beni ambientali, insieme agli eventi sul territorio, diventano sistema.

Per lavorare all’interno di questo sistema complesso e favorirne lo sviluppo, al fine di renderlo ancor più trainante e competitivo a scala internazionale per le nostre Regioni del Nord, è necessario offrire un moderno sistema di conoscenze, di tecniche e saperi per indirizzarli ai giovani e favorire sempre più un legame stretto tra il mondo della scuola e quello del lavoro nell’industria del turismo. Deve secondo la Lega Nord essere rafforzato quanto più possibile nell’Euroregione del Nord, un percorso diretto tra scuola, offerta formativa di alta qualità, peculiarità territoriali e mondo del lavoro.

Bisogna trovare soluzioni innovative ed agevolazioni fiscali indirizzate proprio a rendere diretto ed interessante il percorso scuola – lavoro nell’ampio spettro del settore turistico, al fine di introdurre un sistema scolastico su base regionale collegato al nostro mondo dell’impresa turistica, che premi il merito, che sappia favorire collegamenti ed integrazioni prima della fine dei corsi di studio con il mondo del lavoro.

Mondo che la Lega Nord intende riformare proprio per dare futuro ai giovani in questo settore, ad esempio prevedendo l’abolizione dell’Irpef per i primi tre anni, per le aziende o attività legate al settore del turismo che assumano i giovani sotto i 35 anni. Inoltre intendiamo agevolare quanto più possibile stage ed inserimenti formativi già dagli ultimi anni di scuola nelle attività operanti nel settore, che in questo modo potranno formare gli studenti anche a livello di pratiche lavorative ed in seguito risparmiare su eventuali nuovi inserimenti esterni all’azienda stessa.

[box type=”download”] Scarica l’intero documento: Scheda dalla scuola al lavoro [/box]