FONDAZIONE MPS, AZIONE CIVILE VERSO I VECCHI VERTICI. LA LEGA ESULTA: «È UN NOSTRO SUCCESSO»


«UN SUCCESSO DELLA LEGA». Così commenta la Lega Nord Toscana la decisione del Presidente della Fondazione MPS, Antonella Mansi, di procedere con l’azione civile di responsabilità verso i vecchi vertici dell’Ente di Palazzo Sansedoni  ed alcuni intermediari finanziari coinvolti nel dissesto dell’ente senese. La Lega Toscana ricorda quando il Carroccio senese, a fine agosto 2012, lanciò una petizione popolare a favore proprio dell’azione di responsabilità. «Dopo tante chiacchiere finite nel vuoto», commenta il Movimento, «finalmente si arriva al sodo, con atti concreti ed incontrovertibili».

«STRANA PERÒ la quasi contemporaneità con un’altra notizia diramata nella mattinata di giovedì, che vede gli attuali vertici della Banca MPS chiedere approfondimenti legali per contrastare la decisione di Antonella Mansi di votare contro l’aumento di capitale a gennaio - bocciato dall’Assemblea degli azionisti della Banca del 28 dicembre 2013 -. Probabilmente gli interessi degli attuali vertici della Banca non corrispondono più con quelli della Città», affermano però gli esponenti del il Carroccio.

«LA LEGA», concludono gli esponenti del Movimento toscano, «respingerà con forza qualsiasi tentativo di delegittimazione della Presidenza della Fondazione con lo scopo di salvare il cosiddetto “Groviglio Armonioso”».

di Redazione