Degrado Cervara. La Lega Nord mantiene le luci puntate sulla zona.


“La situazione in Cervara è ben più grave di quella riportata su giornali”. Queste sono state le parole che più residenti ci hanno confidato in seguito ai fatti riportati in questi giorni sui giornali per la situazione di degrado in zona Caritas. Ad intervenire sull’argomento è Bruno Criseo, esponente della Lega Nord locale, nonché titolare di un’attività commerciale proprio in Cervara: “Sembra quasi che si voglia minimizzare il problema e questo è inaccettabile. Le risse all’esterno della mensa sono all’ordine del giorno ed è capitato che in alcune occasioni siano stati tirati fuori anche dei coltelli, per non parlare del costante spaccio di stupefacenti all’ingresso della Caritas o della situazione di degrado che si è venuta a creare nella zona a causa dell’atteggiamento tutt’altro che rispettoso di alcuni elementi. I residenti sono arrivati al punto di non voler far uscire i bambini a giocare per la paura, giustificata, che possa accadere loro qualcosa. È forse normalità questa?”.

Gli fa eco Lorenzo Ricci, referente leghista per la zona : “Probabilmente chi non vive in Cervara non può capire l’entità del problema, ma siamo veramente colmi e non sopportiamo più i soliti discorsi buonisti che ci sentiamo ripetere ogni giorno. Il problema c’è e va risolto. In questi giorni monitoreremo la zona per assicurarci che i provvedimenti promessi vengano effettivamente mantenuti e, in caso contrario, ci attiveremo tempestivamente per organizzare proteste al fine di ottenere quello che ci è dovuto: normalità. Anche per questo saremo presenti nella mattina di Sabato 16 Luglio con un gazebo nella zona, proprio per raccogliere ulteriori testimonianze in merito e cercando di mantenere le luci puntate su una problematica che, altrimenti, si spegnerebbe a breve concludendosi con un nulla di fatto”.