AGLIANA – SVALIGIATA LA CASA AL CAPOLISTA DELLA LEGA NORD


Vescovi: “Problema grave, gente esasperata. Basta delinquenti a piede libero. Con le nostre politiche saranno i detenuti stessi a costruirsi le carceri e tutte le altre infrastrutture necessarie al Paese.”

AGLIANA (PT) – Ancora una volta i ladri hanno colpito, questa volta in pieno giorno, prima dell’ora di cena. A farne le spese questa volta è stato il candidato capolista alla Camera dei Deputati per la Lega Nord Manuel Vescovi, che di ritorno a casa da un incontro elettorale, ha trovato la propria casa svaligiata:

«Qui c’è un grosso problema di sicurezza e le forze dell’ordine non ce la fanno a controllare come dovrebbero tutto il territorio. Il vero problema è che ci sono troppi delinquenti a piede libero, spesso extracomunitari, che usano una violenza inaudita. E poi c’è ancora qualcuno che vorrebbe fare un’amnistia? Ma andrebbe incarcerato pure chi lo pensa, perché indirettamente è come se incentivassero l’aumento della criminalità. I delinquenti devono stare chiusi in carcere, non a piede libero sulle nostre strade

Il fatto riapre quindi in dibattito su chi rimane favorevole ad un’amnistia e chi no. «Se le carceri non sono adeguate se ne devono costruire di nuove, non far uscire i criminali! Con le nostre politiche saranno i detenuti stessi a costruirsi le carceri e tutte le altre infrastrutture necessarie al Paese.»

Manuel Vescovi, aglianese, noto imprenditore nel settore del marketing applicato al commercio, si trovava ad un incontro per pubblicizzare la sua campagna elettorale. La prima ad accorgersi di quanto accaduto è stata la moglie, un avvocato conosciuta nella zona, di rientro dal lavoro. Sono stati  immediatamente avvertiti i Carabinieri, accorsi sul posto per le rilevazioni del caso. Adesso sono in corso le indagini, ma ancora non sono stati assicurati alla giustizia i colpevoli. Ma quello ai suoi danni non è stato l’unico furto della giornata. Altre famiglie della zona ieri hanno subito furti nelle loro abitazioni.

«La situazione è diventata insostenibile – prosegue Vescovi – Per fortuna non hanno trovato nessuno in casa, altrimenti ad essere in pericolo sarebbe stata la nostra vita. I tristi fatti di cronaca delle ultime settimane dimostrano che la provincia di Pistoia sta diventando preda di scorribande criminali e di veri e propri saccheggi. I cittadini sono arrabbiati, impauriti e non si sentono al sicuro nelle proprie case. Serve maggiore sicurezza e meno buonismo con chi mina la stabilità sociale dei nostri territori. Voglio esprimere la vicinanza mia e della mia famiglia a tutte le vittime della criminalità e a Gian Michele Gangale, accoltellato nei giorni scorsi da alcuni banditi albanesi e che adesso sta lottando tra la vita e la morte.»